venerdì 24 gennaio 2014

Cantuccini

 
 Questi biscotti classici, mi sono sempre piaciuti, da accompagnare al vin santo, ma anche da mangiare come snack al posto delle barrette energetiche, a me piacciono con tante mandorle!
Ve li propongo in due versioni, quella classica e quella vegana.

Per la versione classica ingredienti:
250g farina
150g zucchero
120g mandorle non pelate
2 uova
un pizzico di sale
mezza bustina di lievito per dolci
25g burro (facoltativo)

Questi biscotti sono molto semplici, basta impastare tutti gli ingredienti insieme, eccetto le mandorle che vanno aggiunte alla fine. Formare poi due filoncini e metterli su carta da forno e infornare a 180° per 30 minuti. Trascorsi i trenta minuti dovranno essere quasi cotti, altrimenti non si riescono a tagliare in diagonale per formare i biscottini in maniera precisa. I biscottini andranno rimessi in forno per altri 10 minuti finchè risulteranno dorati.


 
 
Per la versione vegan ingredienti:
 
250g farina di tipo 2
120g sciroppo d'avena
50g zucchero di canna
120g mandorle non pelate
50g olio extravergine d'oliva
un pizzico di sale
mezza bustina di lievito per dolci
 
Procedere come per i cantuccini classici, se l'impasto risultasse troppo secco aggiungere un cucchiaio d'acqua fredda, formare i filoncini e cuocerli sempre 30 minuti a 180° e poi altri 10 minuti
 
Sapore eccezionale molto delicati, un consiglio raddoppiate direttamente le dosi indicate perché si conservano bene e vanno a ruba!


martedì 21 gennaio 2014

Peperoni di Zia Adriana


Una ricetta estiva, un ricordo di questa estate trascorsa a Roma, a casa dei miei zii, in onore di una magnifica ospitalità ricevuta.
Giorni passati a girare tra i monumenti, ma la cosa che conta di più è che son stati giorni trascorsi in famiglia, come quando ero piccola e si facevano grandi tavolate con tutti gli zii ed i cugini, queste cose mi mancano un sacco, ma a Roma, ho avuto la possibilità di rivivere quei momenti.
Mi sono assentata parecchio dal blog, ma questa ricetta, anche se avuta tempo fa, non potevo farmela scappare, è una ricetta di mia zia Adriana che potrei mangiare ancora e ancora senza mai stancarmi!
Ve la racconto così come me l'ha descritta lei:

fate soffriggere in una padella due spicchi d'aglio che poi andrete a togliere, aggiungere una manciata di capperi sciacquati dal sale, olive taggiasche denocciolate in salamoia, e poi 6 peperoni tagliati a pezzi. Dopo averli fatti rosolare un po', si versa mezzo bicchiere di aceto di vino rosso, si copre la pentola e si rigirano spesso fino a cottura ultimata. Servire con abbondante pane.
Grazie Zii per il vostro affetto.