lunedì 1 aprile 2013

Immersioni e hummus di germogli

 
Forse perchè è un'attività che ho cominciato quando ero ragazzina, forse perché è il mio modo di vedere il mare, non so spiegarvi, ma le immersioni sono sempre state presenti nella mia vita, in alcuni periodi più frequentemente, in altri più di rado, perfette in questi periodi di transizione fra le stagioni dove il tempo è ancora incerto, quando il mare non è ancora preso d'assalto, lontano dal caos della vita quotidiana, si va ad esplorare un mondo sommerso dove tutto acquista un'altra dimensione, un altro significato, si incontrano creature  meravigliose che di solito vediamo solo in televisione, e mi accorgo sempre di più quanto è necessario rispettare la natura e tutto ciò che ci circonda.

 
Questa è la seconda volta che torno in Mar Rosso, quando mi immergo in questi posti, mi sembra di essere in un giardino colorato pieno di pesci di tutti i tipi, tra razze, delfini, tartarughe, ma anche di pesci più piccoli, spettacolari pesci pagliaccio. I fondali marini sono ricchi di vita, di giochi di luce e colori, indescrivibili le sensazioni.
Così come quando sono a casa anche qui mi alzavo ogni mattina prima del sorgere del sole, me ne andavo sulla spiaggia, correvo sul bagnasciuga, solo io ed il mare quella mezz'ora mi dava la carica per cominciare la giornata, per partire con le immersioni, con lo yoga del pomeriggio.
 
 
E' stato tutto molto bello, molto intenso, e spero presto di poter tornare a scendere sott'acqua, spero presto di poter condividere quest'esperienza anche con mio figlio, che per ora si è limitato ad accompagnarci in barca, a guardare e filmare la mamma ed il papà mentre si tuffavano in acqua pronti per la loro immersione!
 


Dicevo che questo è il mio modo di vivere il mare, è il mio modo di rilassarmi, non riesco mica a stare ferma, stesa al sole, ad abbronzarmi, io per stare bene a mare devo fare qualche attività, solo così riesco a godere a pieno del luogo in cui sono. Purtroppo l'unico problema è che i giorni sono volati, le ore sono passate così velocemente, la settimana è finita, è finita troppo presto!

 
Ma vi lascio la mia versione della ricettina dell' hummus, in tema con quello che ho mangiato lì, ma  l'ho fatto con i germogli di ceci, usando più o meno gli stessi ingredienti che uso per la mia versione dell'hummus tradizionale. Questa crema di ceci la trovo versatile, fantastica, il sapore si può variare a vostro piacimento bilanciando diversamente gli ingredienti, o aggiungendone altri secondo il vostro gusto, io vi scrivo le dosi che sono piaciute a me.

 
 
 
Ingredienti:
200g germogli di ceci
1 cucchiaio colmo di tahin
1 cucchiaino di cumino (facoltativo)
2-3 cucchiai di olio EVO
acqua qb
1cucchiaio di prezzemolo tritato finemente
succo di mezzo limone
1 spicchio d'aglio
paprika e prezzemolo per decorare
 
Ho messo i ceci in ammollo per circa 12 ore, poi li ho trasferiti nel germogliatore facendoli germogliare (3-4 giorni), poi li ho cotti a vapore per circa 20 minuti e li ho tritati aggiungendo un pò d'acqua di cottura in modo da ottenere una consistenza cremosa. Ho tritato ancora aggiungendo tutti gli altri ingredienti. Ho trasferito la crema così ottenuta in una ciotola decorando con un pò di paprika e prezzemolo.
Buona Pasquetta a tutti!
 

14 commenti:

  1. Grazie per averci fatti viaggiare con te e per la ricetta.
    la bella stagione (se mai ddovesse arrivare) mi metterà sicuramente addosso la voglia di far germogli come l'anno scorso :)

    RispondiElimina
  2. Ma si dai, Anche tu ci fai viaggiare parecchio! La primavera e' in arrivo, si fa desiderare!

    RispondiElimina
  3. mai fatta un'immersione,io ne ho il terrore, anche se mi affascina non poco.
    mi accontento di mangiare ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi sempre cominciare a farne ;-) mgari trovi un posto che ti ispira! Ciao e grazie!

      Elimina
  4. che mare stupendo!!! e quanto adoro l'hummus, mai provato però con i germogli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E si, proprio un mare stupendo, vale la pena andare, ho spezzato anche un po' l'inverno, ci voleva. Per l'hummus prova con i germogli e' buonissimo !

      Elimina
  5. che bello! con i germogli! adoro l'hummus e non avevo mai pensato di poterlo fare con i germogli. con la primavera ho ricominciato con la produzione. Quelli di ceci però non li ho mai provati. Appena finiscono di germogliare quelli che ho nel germogliatore adesso, ci devo provare. grazie dell'idea :)

    RispondiElimina
  6. Non ho mai fatto immersioni, ma io e il mio compagno un giorno vorremmo esaudire anche questo desiderio ed imparare... Per perderci nella bellezza dei fondali e ammirare qualche "strana" e bella creatura marina :)
    Deve essere proprio un'esperienza meravigliosa ed indimenticabile!!!

    L'hummus crudo ancora non l'ho mai provato ma è sempre molto invitante che dovrei cedere e germogliare ^_^

    RispondiElimina
  7. Grazie cami, spero possiate presto provare questa splendida sensazione dell' immersione, per l'hummus ci vuole un po' di tempo per i germogli, ma ne vale la pena!

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia, che posto!!! Complimenti per la tue passioni!

    RispondiElimina
  9. Ciao! Anche tu mattiniero! Da vero spirito polisportivo!

    RispondiElimina
  10. Adoro l'hummus in tutte le sue varianti! Da oggi ti seguo... se vuoi passa da me!

    www.mettiuningegnereincucina.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, piacere di conoscerti, sono contenta che mi segui, ci troviamo presto!

      Elimina

Sono contenta di fare la vostra conoscenza, per qualunque cosa vogliate dirmi, lasciate un commento, siete i benvenuti!