mercoledì 16 gennaio 2013

Castagnaccio

 
Fuori sta nevicando, è proprio la serata giusta per un bel castagnaccio, un "dolce" che trovo fantastico soprattutto perchè è dolce pur non mettendo zucchero! Dico la verità, all'inizio non mi sono fidata, ed ho provato ad aggiungere un cucchiaio di miele, ma poi negli esperimenti successivi ho capito che era più buono senza. Oramai nella mia famiglia questo dolce si fa periodicamente e lo usiamo anche tagliato ed impacchettato nella pellicola, come snack energetico per quando andiamo a sciare, perché le fette sono compatte e non si sbriciolano facilmente (io penso sempre al lato sportivo delle cose!).
Il procedimento è abbastanza semplice, basta solo prendere qualche accorgimento.
 
Per una tortiera con bordi bassi dal diametro di 20 cm:
250g farina di castagne
375 ml di acqua
65 g di uvetta
40g pinoli
olio EVO
 
 
 
 
Mettere a bagno l'uvetta in acqua tiepida, foderare la tortiera con carta da forno, si potrebbe anche ungerla con l'olio, ma io preferisco la carta forno, mescolare la farina di castagne aggiungendo l'acqua a poco a poco in modo da non formare grumi, aggiungere un poco d'olio, io ne metto poco, giusto un filo, perchè ho visto che aumentando la quantità di olio il sapore e la compattezza non cambiano molto, ma voi regolatevi pure secondo le vostre preferenze. A questo punto versare l'impasto che risulterà abbastanza liquido nella tortiera, asciugare bene l'uvetta e cospargere la torta insieme con i pinoli. Asciugando l'uvetta si distribuisce meglio nella torta senza accumularsi tutta sul fondo.
Cuocere a 180° per circa un ora, poi sfornare e far raffreddare.
Nella foto sotto l'uvetta asciugata è rimasta più in superficie!
Provatelo non ve ne pentirete, è anche veloce da preparare!
 

6 commenti:

  1. Che buono con l'uvetta e i pinoli! Ottima l'idea di portarlo come merenda quando si è in giro!

    RispondiElimina
  2. Il castagnaccio è buonissimo! Mi hai fatto venire fame...

    RispondiElimina
  3. Lo adoro!!!!
    Stravedo per questo dolce!!!!!
    Quanto ne vorrei un bel quadratone!!!!!
    Ma aspetta che riavró la mia cucina e vedrai se me ne preparo uno formato maXi !!!!!

    RispondiElimina
  4. Grazie a tutti voi, chissà , magari un castagnaccio ce lo mangiamo insieme, magari su qualche pista da sci!

    RispondiElimina
  5. Buonissimo il castagnaccio, da quando mi sono trasferita in California non ho avuto più l'occasione di farlo, ma con questo post mi hai fatto venire voglia di mettermi alla ricerca della farina di castagne!

    RispondiElimina
  6. Ciao, beata te che sei in California, io sono venuta qualche volta! Piacere di conoscerti!

    RispondiElimina

Sono contenta di fare la vostra conoscenza, per qualunque cosa vogliate dirmi, lasciate un commento, siete i benvenuti!