domenica 30 settembre 2012

Seitan con verdure



Tra le tante ricette che ho provato a fare con il seitan questa è quella che preferisco, la faccio spesso e volentieri e come vedete dalla foto la porto anche in ufficio nel mio secondo ripiano del Bento...
Ingredienti
una confezione di seitan morbido al naturale
2 o 3 zucchine
1 melanzana grande
3peperoni
1 cipolla
olio evo
salsa di soia

Il procedimento è molto semplice e veloce, è per questo che è diventata una delle ricette che faccio più di frequente...

Metto a soffriggere la cipolla con l'olio, poi aggiungo i peperoni tagliati a striscioline, la melanzana tagliata a cubetti e infine le zucchine. Salo leggermente la verdura e aggiungo abbondante salsa di soia, faccio cuocere con il coperchio per circa 10 min, poi aggiungo il seitan tagliato a pezzi e faccio finire di cuocere senza coperchio.
Diventa un secondo gustoso, buono anche freddo, comodo da trasportare anche per un pranzo fuori casa.

Ed ecco un pò di foto della ferrata che abbiamo fatto qualche settimana fa sulla ferrata di Rio Sallagoni (ferrata di Drena), che termina con il ponte himalayano!





mercoledì 26 settembre 2012

Alici al forno

Le alici al forno sono uno dei piatti che mangio più spesso, per cui non potevo perdere l'occasione di farlo per "Salutiamoci"...


 
 
La ricetta è semplicissima, nella foto le vedete scure perché era oramai sera, ma sono molto gustose. Ho sparso un po' di farina (questa volta ho usato farina di grano duro) su una teglia rivestita con carta da forno, ho steso le alici dopo averle pulite dalla lisca e dalla testa e aperte a libro, dalla parte della pelle, sulla farina, in modo che non si sovrapponessero, ho spolverato la superficie con un pò di germe di grano e lievito alimentare in scaglie. Ho condito con un filo di olio extravergine d'oliva e ho messo tutto in forno a 180° per circa 10 minuti. Ho sfornato e leggermente salato. Ho accompagnato il piatto con cavolo viola stufato. Il germe di grano e il lievito alimentare in scaglie creano una crosticina saporita e con questo metodo si risparmia la fatica di infarinarle una per volta.
Con questa ricetta partecipo a Salutiamoci con le alici :
 
 

sabato 22 settembre 2012

kamut e radicchio

 
 
 
La mia vita è sempre di corsa come penso sia quella della maggior parte di voi, poi io tendo ad incastrare mille cose in modo da fare più cose possibili nel poco tempo che ho a disposizione, anche in cucina sono così, per cui vi desrivo i trucchetti che uso per fare piatti veloci usando cereali integrali che richiedono tempi più lungli di cottura.
Mi piace molto cucinare i cereali integrali, diciamo che sono alla base della mia alimentazione, per farlo li metto in ammollo la sera precedente in una ciotola di vetro in frigo coperti da pellicola, poi il giorno dopo per la cottura utilizzo la pentola a pressione, che mi permette di risparmiare tanto tempo. Ad esempio il Kamut che richiede una cottura di 60 min, riesco a cuocerlo in 20 min lasciandolo poi in pentola fin quando si raffredda arriva ad una consistenza perfetta.
 
Per risparmiare tempo di solito ne cuocio una gran quantità in modo che mi possa durare un paio di giorni e poi ne utilizzo una certa quantità di volta in volta in varie ricette, come in questo caso...
 
Ingredienti
cipolla bianca
olio evo
vino bianco
radicchio
kamut già cotto precedentemente
crema vegetale all'avena
 
 
Ho messo a soffriggere la cipolla in poco olio, ho aggiunto il kamut e un po' di vino bianco che ho fatto evaporare ho aggiunto il radicchio precedentemente stufato, e ho amalgamato il tutto con un po' di crema vegetale all'avena. Salare a vostro piacere.
 
Questa crema mi è molto piaciuta, l'ho provata anche con i piselli e come base per altri condimenti, la uso tutte le volte che voglio dare cremosità ad una preparazione.
 
E vi lascio con alcune immagini del Kids Rock all'interno del Rock junior che c'è stato ad Arco alla fine del mese scorso...
 
 
 


 


domenica 16 settembre 2012

marmellata senza zucchero

 
 
Era da un po' di tempo che non scrivevo...
Che dire, un'estate intensa ricca di avventure, purtroppo quasi alla fine!
tra le tante cose che ho fatto, ho provato a fare anche conserve e marmellate, ma l'alimentazione che sto cercando di seguire attualmente non prevede lo zucchero, soprattutto quello bianco, allora ho provato la marmellata con una strada alternativa...
 
Circa una settimana fa la mamma di un nostro amico, ci ha regalato una splendida cassetta di prugne del suo albero, anzi dei suoi alberi!
Appena tornati a casa con l'aiuto di mio figlio, le abbiamo lavate ben bene, private del nocciolo centrale e del picciolo, erano 2,5Kg pulite e snocciolate.
le abbiamo messe in una pentola grande e larga aggiungendo 350g di succo d'uva concentrato (comprato al negozio bio) ho cominciato a farle cuocere a fuoco lento, mescolando e di tanto in tanto schiumando in superficie.
Nel frattempo ho lavato bene i vasetti ed i coperchi e li ho sterilizzati.
dopo un ora di cottura ho aggiunto alla marmellata un cucchiaino raso da caffè di agar agar e ho fatto bollire altri 15 minuti, quando ho visto che aveva cambiato colore, era diventata cioè più scura e più densa, l'ho messa nei barattoli direttamente dalla pentola bollente aiutandomi con un mestolo e con un imbuto d'acciaio (anch'essi sterilizzati), ho chiuso i barattoli con i coperchi facendo attenzione a non toccarli internamente e li ho subito capovolti lasciandoli raffreddare attenzione in questa fase a non scottarvi, io uso dei guanti speciali.

 
 
 
 
Gli ingredienti sono solo 3: Prugne ben mature di ottima qualità, succo d'uva concentrato ed un cucchiaino di agar agar che volendo si può anche eliminare. La densità è venuta ottima, lo vedete in foto, il sapore è eccezionale, a mio parere dolce, ma non troppo!
Vi farò sapere se si conserva bene, al momento non so nulla, perchè è la prima volta che la faccio così, ma a quanto sto vedendo dei sei vasetti che ho fatto uno è già finito, non so quanto resisteranno gli altri 5!
 
Ecco le foto del nuovo sport: arrampicata sulle pareti lisce del corridoio!
Abbiamo montato anche la sbarra delle trazioni, a presto per i prossimi risultati!