domenica 27 novembre 2011

La mia colazione


Alla fine la foto è brutta, lo so, non invoglia per niente, è fatta male, ma siccome da un po' di tempo in famiglia mangiamo questi biscotti ho pensato di pubblicarli perché chi li assaggia mi dice che son buoni.
Vi premetto che le dosi sono grossolane, li faccio molto spesso e a volte cambio anche le proporzioni, ma vengono sempre buoni:
300g fiocchi d'avena
250g farina integrale
200g zucchero
mezza bustina di lievito vanigliato
2o3 uova biologiche a seconda della grandezza
mezzo cucchiaino di sale
un po' di vaniglia
80-100 grammi circa di burro
latte intero di alta qualità quanto basta per amalgamare il tutto.
un sacchettino di noci o di nocciole tritate grossolanamente.

Metto tutti gli ingredienti nell'impastatrice e mescolo con la frusta k aggiungendo latte finché l'impato diventa appiccicoso. trasferisco con due spatoline dei pezzetti di impasto a volte con forme tutt'altro che regolari e inforno a 190° finché diventano un po' scuri (circa 40 min nel mio forno)
Ogni biscotto lo faccio di 60-80 grammi e ne mangio uno al giorno a colazione, e mi sveglio con il desiderio di metterli nel latte.

sabato 19 novembre 2011

Gita in Altopiano di Asiago

Ci voleva proprio questa splendida passeggiatina in Altopiano di Asiago con questi colori autunnali.
Già si intravedono i primi cristalli, sembrano delle sculture perfette e luccicano di notte sotto la luce dei fari, sono fantastici.
Un giro all'osservatorio da cui si gode di scorci panoramici mozzafiato!

Giornata splendida, nuovi amici splendidi, con cui condividere avventure splendide, cosa volere di più?

martedì 15 novembre 2011

Grazie

Grazie a tutti cari amici del Gruppo Cicloamatori Folgaria, grazie della bella stagione trascorsa, della splendida festa, della vostra amicizia ed ospitalità, ci rivediamo per il prossimo anno!
Grazie a M. per la bellissima torta!


PS: Tra poco ci vediamo sulle piste da fondo!

martedì 1 novembre 2011

splendido autunno

Stiamo avendo uno splendido autunno...
Giornate di sole, vita all'aria aperta, ancora si arrampica molto piacevolmente nelle falesie esposte al sole!
Le passeggiate in montagna sono meravigliose, i colori dell'autunno sono brillanti, giallo rosso verde e marrone! Tra le varie cose fatte questo fine settimana, un sentierino molto carino:
il sentiero Busatte - Tempesta. Mio figlio si è divertito molto, ha contato 401 scalini, chissà quanti ne sono in realta!

domenica 18 settembre 2011

budino di mia nonna


Vi avanza del latte in frigo?
Ecco come ho usato il mio...

Ingredienti:
2 cucchiai colmi di cacao amaro
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiai colmi di farina
mezzo litro di latte
50g burro
2 bucce di limone


In un pentolino versare prima il cacao e lo zucchero, quindi la farina e stemperare con il cucchiaio fino a togliere tutti i grumi. Versare il latte lentamente continuando a mescolare fino ad amalgamare bene il tutto. Aggiungere il burro e le due bucce di limone. Mettere il pentolino su fuoco lento mescolando per non far attaccare finchè il composto raggiunge la densità desiderata. Togliere le due bucce di limone altrimenti se lasciate troppo tempo conferiscono un gusto amarognolo.
Potete metterlo in coppette individuali magari guarnito con panna montata e qualche amarena oppure utilizzarlo per farcire le torte di compleanno.

Ed ecco un altra bella via fatta ad Agosto ad Arco: Ondulina.

sabato 10 settembre 2011

biscotti agli arachidi


Ciao a tutti, è tanto che non scrivo, ma tra una cosa e l'altra anche le vacanze sono finite, il tempo è sempre poco ed è sempre più difficile scrivere sul blog, ma questi biscottini sono venuti davvero bene, con un gusto particolare tra il dolce dello zucchero ed il salato degli arachidi.
Tutto è partito da voler finire un ultimo residuo di burro di arachidi non salato che mi era rimasto in frigo, così mi è venuto in mente di metterlo nell'impasto della pastafrolla per fare dei biscottini e poi perché no, di ricoprirli con arachidi salati e un po' di zucchero di canna.
Ingredienti:
260g di farina bianca 00
125g di burro di arachidi
100g zucchero+un pò di zucchero di canna
un cucchiaino di lievito
una bustina di vanillina
un pizzico di sale
1 uovo
un pochino d'acqua per rendere l'impasto della giusta consistenza.


Impastare tutti gli ingredienti, formare delle palline con le mani, appiattirle per formare i biscotti e disporle su carta da forno, mettere su ogni biscotto degli arachidi salati e un po' di zucchero di canna.
Infornare a 180° quanto basta.

Tra le cose fatte quest'estate...qualche foto dello spigolo sud del monte Colodri:




domenica 12 giugno 2011

Muffin cioccolato e pere

Per questi muffin ho utilizzato:
150g farina 00
30g cacao
un pizzico di sale
100g zucchero
1/2 bustina di lievito
1 uovo
1 vasetto di yogurt a vaniglia
80g di burro
3 pere bio

Il procedimento è stato velocissimo, ho pesato tutti gli ingredienti solidi nel secchiello dell'impastatrice, ho aggiunto l'uovo, lo yogurt ed il burro fuso e li ho mescolati ottenendo un impasto morbido e appiccicoso, ho aggiunto infine le pere tagliate a pezzetti mescolando a mano delicatamente in modo da non rompere i pezzetti di pera. Ho trasferito l'impasto in 12 pirottini ed ho infornato fino a completare la cottura.
Ottima idea per una gita in MTB. Stesso percorso della scorsa settimana , ma ogni volta va sempre meglio, le salite riescono più facilmente e anche la lunghezza del percorso è aumentata, prima o poi arriveremo a finirlo tutto!


lunedì 6 giugno 2011

Prima gita MTB





Ecco per la serie: un bambino sporco è un bambino felice!
Dopo il suo primo giro fuoristrada con mamma e papà completamente ricoperto di fango perchè aveva piovuto, stanco ma felice!
I suoi primi 20 Km!




giovedì 2 giugno 2011

torta di carote


Questo dolce è molto semplice indicato per bambini:
290g carote (le mie erano 4)
200g farina integrale bio
100g farina di grano saraceno bio
150g zucchero
un fio di olio EVO
3 uova
una bustina di lievito
un pizzico di sale

mescolare le farine e lo zucchero, l'olio le uova ed infine il lievito, il sale e le carote tagliate a julienne.
infornare a 180° per circa 40min (a seconda del forno).

Ed ora qualche foto della gita di domenica scorsa con il gruppo di alpinismo giovanile del CAI Vicenza sul sentiero Castelloni S. Marco con partenza da Malga Fossetta.





Per i bimbi è stata una bellissima esperienza, il labirinto dei Castelloni è stato fantastico e c'erano ottimi punti panoramici, che dire, alla prossima escursione !

domenica 15 maggio 2011

Corso MTB

Non trovo tempo per scrivere, ho un pò di ricette da pubblicare, ma devo riordinare le foto, intanto pubblico qualche foto del corso che sta seguendo mio figlio di mountain bike, organizzato dal Gruppo Cicloamatori di Folgaria.


(Panorama dal forte)



Anche per noi genitori è un occasione fantastica per fare qualche giro in Mountain Bike!

Un grazie a tutti gli organizzatori e agli istruttori del corso, è una fantastica esperienza!

giovedì 28 aprile 2011

Torta di Semolino e Ricotta


Mi ero ripromessa di cercare di evitare i dolci in questo periodo, ma avevo del latte in frigo che stava per scadere, non avevo voglia del solito budino al cioccolato dopo tutto il cioccolato delle uova, così ho provato questa torta.

Ingredienti:
600g latte intero
130g fruttosio
300g ricotta 
2 uova
buccia di limone grattugiata
un pizzico di sale
un pezzetto di baccello di vaniglia
130g semolino
mandorle in scaglie

Ho messo a bollire il latte con la vaniglia ed il fruttosio, ho tolto il baccello e ho versato il semolino poco alla volta continuando a mescolare per qualche minuto, appena il composto si è addensato l'ho tolto dal fuoco e l'ho versato in una ciotola d'acciaio per farlo raffreddare un pò. A questo punto ho aggiunto la buccia di limone, il sale, la ricotta e infine le due uova sbattute.
Ho versato il composto in uno stampo per pastiera dai bordi svasati rivestito con carta da forno e ho cosparso la superficie con mandorle in scaglie.
Ho cotto il dolce in forno a 180° per mezz'ora fin quando le mandorle non si sono dorate.
ho fatto raffreddare la torta su una grata (l'ho tolta quasi subito dallo stampo aiutandomi con la carta da forno per evitare che si formi condensa) e l'ho servita con marmellata d'uva.
Questo dolce mi riprometto di provarlo con l'aggiunta di uva passa o gocce di cioccolata vi farò sapere i risultati!

Ecco la nostra Pasquetta al The Gogna's Day con il CAI VICENZA!

domenica 24 aprile 2011

Focaccia Pasquale


Buona Pasqua,
Auguri a tutti con questa ricetta che mi ha dato la mia amica O. ho cercato di seguire la tradizione e l'ho assaggiata a colazione questa mattina, è semplice e sta bene come accompagnamento a marmellate, nutella, e quant'altro. Io l'ho messa nel latte ed era buonissima!
Ingredienti
10 g di lievito di birra
150g pasta madre
6 uova fresche
6 cucchiai di zucchero
1 cucchiaino raso di sale
1 bottiglietta di spumadoro
100g burro
buccia grattugiata di una arancia e di un limone 
800 g di farina (io ho usato la manitoba)  


Procedimento:
Ho impastato il lievito madre, il lievito di birra sbriciolato, lo zucchero ed il burro che avevo fatto ammorbidire a temperatura ambiente, ho aggiunto le uova, una alla volta, la buccia di limone e arancio e la bottiglietta di spumadoro. Ho aggiunto la farina poco alla volta sempre continuando ad impastare nella planetaria. Solo alla fine ho aggiunto il sale e ho continuato ad impastare finché l'impasto di consistenza appiccicosa si staccava dalle pareti. A questo punto ho diviso l'impasto in due e l'ho messo in stampi rivestiti con carta da forno alti circa 4 cm lasciandolo lievitare per tutta la notte. Il mattino seguente era triplicato di volume. Ho spennellato la superficie con un albume ho messo la granella di zucchero.
Ho infornato a 170° per 45 minuti, ma dipende dal vostro forno.

lunedì 11 aprile 2011

Uova di Pasqua


Da quanto tempo non scrivevo, mi si è rotto il computer, ma in effetti ancora non l'ho riparato, ci sono periodi in cui non si ha tanta voglia di mettersi al computer.
Adesso però non potevo non scrivere, ho fatto l'uovo!
Vi illustro il procedimento che ho seguito basato sui miei esperimenti, perciò se avete anche voi suggerimenti per me o esperienze da condividere ne sarei ben lieta. Mi si è rotto sei volte prima di riuscire a capire che sbagli facevo.
Io ho fatto così:
ho spezzettato il cioccolato grossolanamente e l'ho fatto fondere a bagnomaria in una bacinella d'acciaio misurando la temperatura con un termometro (50°) poi ho tolto la bacinella dal bagnomaria e ho aspettato che il cioccolato si raffreddasse girando di tanto in tanto. Non ho messo la bacinella in un bagnomaria freddo per raffreddare perchè il cioccolato si solidificava sulle pareti della bacinella. Quando ha raggiunto la temperatura di 29° l'ho rimesso nel bagnomaria caldo per pochi istanti finchè la temperatura del cioccolato si è fermata a 31°. Tutto questo è servito per temperare il cioccolato, ma voi seguite il metodo che più vi piace.





 A questo punto ho versato il cioccolato nello stampo riempendolo il più possibile, e ho capovolto lo stampo per circa mezzo minuto ( non per tanto tempo altrimenti va via troppo cioccolato e l'uovo diventa troppo sottile e si rompe), ho spostato l'uovo così capovolto in freezer per fermare la colatura del cioccolato e farlo cominciare a solidificare, ma dopo poco l'ho tirato fuori prima che si solidificasse completamente per tirare via l'eccesso di cioccolato dai bordi con una spatola (questa operazione deve essere fatta prima che il cioccolato sia del tutto solidificato, altrimenti raschiando il bordo si rischia di rompere anche l'uovo).



 Infine si lascia l'uovo in freezer per circa mezz'ora finchè si riesce facilmente a staccare il cioccolato dallo stampo.
Tutto ciò si deve ripetere due volte se si possiede uno stampo come il mio con solo metà uovo! 


 Le due metà sono state unite sciogliendo il bordo su una teglia da forno calda, ma prima di fare ciò non dimenticate di mettere dentro la sorpresa. Io mi ero conservata dei contenitori da sorpresa di uova di Pasqua degli anni precedenti, quindi sono andata sul sicuro.
L'uovo è stato poi decorato da mio figlio con pasta di zucchero colorata ed incartato in carta trasparente per resistere alla polvere (e non solo!) fino a Pasqua.
Se siete riuscite a leggere tutto aspetto qualche vostro consiglio utile!

Ed ecco la mia altra grande passione...erano passati dieci anni dall'ultima volta, ma ora...sta tornando!



Grazie B. e O. per le foto.

domenica 20 febbraio 2011

La prima Gara...


E' stata la sua prima gara, ma io ero molto più emozionata di lui!
Nevicava, ma era molto concentrato, non ha voluto mangiare niente prima di partire, era uno dei più piccoli, ma è stata una bellissima esperienza!


Sono contenta che sia riuscito a finirla tutta, che non si sia scoraggiato, non ha mai mollato!

 Questa è stata la parte che gli è piaciuta di più, quando è passato sotto le casette!

lunedì 14 febbraio 2011

Torta S. Valentino


Buon San Valentino!

Questa sarà la mia torta:
Dentro pan di spagna e crema pasticcera con gocce di cioccolato rivestita di crema al burro ed infine pasta di zucchero!
Appena la apro vi farò una foto della fetta!
Intanto tanti auguri!

domenica 13 febbraio 2011

Panini latte e ovomaltina


Per fare il pane ho sempre aggiunto all'impasto un cucchiaino di malto d'orzo, poi una mattina mentre facevo colazione, ho pensato all'ovomaltina, al latte, e così ho provato a fare questi panini, ho fatto diverse prove, ma questi sono quelli giusti per i miei gusti, perfetti come finger food, soprattutto nelle feste per bambini, la farcitura è a vostra discrezione, io ci ho messo un po' di confettura di uva fragola che ho preparato con la mia amica Marina.
Ho provato anche a mettere delle gocce di cioccolato nell'impasto, prima di cuocerli e sono venuti morbidi e gustosi.

Ingredienti:
250g di farina di frumento 00
150g latte
30g burro morbido
35g zucchero fine
1 cucchiaino di ovomaltina
mezzo cucchiaino di sale
10g lievito di birra

Ho impastato tutti insieme gli ingredienti nella planetaria con il gancio e ho aggiunto il sale alla fine.
ho fatto riposare circa un ora l'impasto e poi ho formato i panini prendendo dei pezzetti dell'impasto e formando una striscia e arrotolandola su se stessa. Li ho fatti lievitare.
Li ho cotti in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti, li ho farciti e cosparsi di zucchero al velo.


Con questa ricetta partecipo al contest di Sara dell'appetito vien leggendo.

sabato 12 febbraio 2011

Il mio pane comune


Quando voglio fare un pane bianco, faccio questo:

Pane con Manitoba
300g circa di lievito madre (fatto con manitoba)
300g farina manitoba
200g farina di frumento adatta per pane
1 cucchiaino di malto
1 cucchiaino di sale
3 cucchiai di olio EVO
acqua q.b.

La sera quando torno dal lavoro, impasto nella planetaria le farine, il lievito madre, il malto, l'olio e aggiungo acqua poca alla volta, fino a raggiungere una consistenza elastica ma non appiccicosa. Lascio impastare con il gancio prima a bassa velocità e poi aumento. Dopo circa 10 minuti aggiungo anche il sale e lascio impastare altri 5 minuti. Infine tolgo l'impasto dalla planetaria e lo lascio riposare per un'oretta. Poi do delle pieghe cercando di far incorporare aria e formo con l'impasto una palla. Prima di andare a dormire lo stendo in un rettangolo arrotolandolo su se stesso, pratico dei tagli sulla superficie e lo lascio lievitare per tutta la notte. La mattina quando mi sveglio (alle 5,30!) accendo il forno a 200° e mentre faccio colazione lo inforno per circa 40 minuti.
Anche se la ricetta è comune, partecipo al contest di Dolci e Desserts:
Così avremo modo di confrontarci e possiamo scambiarci suggerimenti su questo alimento che mi trovo a fare di frequente. Aspetto qualche vostro consiglio!

venerdì 11 febbraio 2011

uova in cocotte


Poiché ho ricevuto in regalo una splendida crema al tartufo, ho deciso di provarla sulle uova in cocotte!
La preparazione è semplicissima, ho preparato una besciamella densa mischiando un cucchiaio di burro ad uno di farina e ho aggiunto il latte (circa 300 ml) pian piano continuando a mescolare, ho aggiunto il sale ma nessun aroma per non perdere quello del tartufo, quando la besciamella si è addensata l'ho versata sul fondo di quattro cocotte. L'ho lasciata raffreddare e ho aggiunto due cucchiaini di parmigiano grattugiato sopra lo stato di besciamella cercando di lasciare un po' di spazio verso il centro per far si che l'uovo risultasse ben centrato una volta adagiato nella cocotte. Ho sgusciato un uovo per ogni cocotte in un piattino e successivamente l'ho trasferito nella cocotte. ho cotto in forno preriscaldato a 180° per circa 7 - 8 minuti finché l'albume è diventato bianco.
Quando le ho sfornate le ho salate e ho aggiunto un po' di salsa al tartufo.
Con questa ricettina partecipo al contest di dolci a go go : Tutto in cocotte.