martedì 27 aprile 2010

lasagne con le melanzane

Questo è un piatto semplice, ma mi è sempre piaciuto fin da quando ero bambina, non occorre la ricetta, perché credo che tutti lo conoscano...
In genere mangio poca pasta, ma a questa non posso resistere!
In questo caso ho usato la sfoglia già pronta per le lasagne, ma molto più spesso uso dei comuni maccheroni.

Ingredienti:

1 pacco di sfoglia per lasagne pronta
400g* mozzarella di bufala tagliata fine
400g* ricotta
basilico
sugo di pomodoro fatto con due scatole di pelati da 250g
4 grandi melanzane tonde
formaggio parmigiano quanto basta
sale

Per cuocere le melanzane io uso il forno, perché cerco di evitare di friggerle, e non mi piacciono tanto cotte sulla griglia, inoltre il forno è più veloce perché le taglio a fettine di spessore di circa 4 mm poi le metto cosparse di sale a scolare un po' d'acqua, dopo una mezz'ora le sciacquo e le metto su due grandi teglie con un filo d'olio. A questo punto le cuocio in forno a 180° prima da un lato e poi le giro dall'altro.
Il sugo lo preparo cuocendo i pelati semplicemente in aglio e olio evo.
Poi compongo gli strati alternando sugo, pasta, mozzarella, ricotta, basilico parmigiano melanzane e poi di nuovo tutti gli ingredienti fino a completare con l'ultimo strato di pasta cosparso di sugo e parmigiano.
Le metto in forno finché si forma una crosticina in superficie.
Ottime soprattutto il giorno dopo!
* La quantità di ingredienti usati per l'imbottitura dipende dal vostro gusto personale io l'ho fatta tante volte e mi regolo molto ad occhio.

sabato 24 aprile 2010

Polpette al limone e rosmarino


La ricetta me l'ha detta mia suocera, ma l'ho un pò modificata, pensavo a qualcosa di carino come finger food da proporre per il contest il panino con la coppa del blog La cucina di qb, magari non so, più avanti mi verrà in mente qualcos'altro...
Queste polpettine mi piacciono più tiepide o fredde che calde, per cui possono essere comodamente preparate in anticipo e poi riscaldate un po' nel microonde. Con 500g di carne ne vengono circa 40, circa perchè molte le ho mangiate mentre si cuocevano :)

Ingredienti:

per l'impasto:
2 fette di pane (io ho unato un pane ai 7 cereali) bagnate nel latte e strizzate
500g carne di manzo magra macinata (io ho usato un pezzo di spalla)
2 uova
1 rametto di rosmarino tritato
succo di mezzo limone
la buccia grattugiata di un limone biologico, meglio se della Costiera Amalfitana
Stavo quasi per dimenticare ...
circa 50g di parmigiano grattugiato
1 spicchio di aglio schiacciato
sale e pepe

pangrattato (per la panatura esterna)
succo di 1 limone (per la cottura)

Per la decorazione:
rametti di rosmarino fresco
buccia di limone
pirottini di carta tondi

Sono molto semplici da realizzare, si impastano tutti gli ingredienti si formano le polpettine e si passano nel pangrattato, poi, invece di friggerle, io le ho cotte in padella con poco olio, a metà cottura ho versato anche il succo di un limone e l'ho fatto evaporare, girandole subito in modo da conservare la forma rotonda.
Le ho messe a raffreddare asciugandole su carta assorbente e poi le ho sistemate nei pirottini con il rosmarino e ho grattugiato ancora scorza di limone.

E con questa ricetta partecipo al contest il contest il panino con la coppa

Il panino con la coppa

venerdì 23 aprile 2010

bignè

Qualche giorno fa ho provato a fare i bignè, tempo fa avevo seguito il corso sui bignè alla scuola di cucina MAISAZI ma non avevo ancora messo le mani in pasta su questo argomento, e per come sono io se non faccio tutti i miei esperimenti anche a casa con i miei strumenti non mi sembra di aver imparato... questi piccoli capolavori si prestano a tante interpretazioni, dal dolce al salato, questa è stata la prima prova, ma ne verranno delle altre ho in programma anche provare con vari tipi di farine e varie forme del bignè.
La ricetta e il procedimento per l'impasto lo trovate qui, io ho seguito semplicemente le istruzioni, devo dire che siccome il mio forno è dotato di un vetro esterno (quello usato durante il corso non permette di vedere dentro), quando li ho visti crescere e gonfiarsi mi è sembrata una magia! Quando si sono dorati li ho tirati fuori, erano tanti, ma la maggior parte se li sono mangiati vuoti e caldi ancor prima che io potessi cominciare con l'imbottitura.


Per l'interno ho fatto la crema:
ho montato nella planetaria 2 tuorli con 50g di zucchero ho aggiunto 15g di maizena, un pizzico di sale la scorza di mezzo limone e ho versato a filo 250g di latte precedentemente riscaldato in un pentolino con un pezzettino di stecca di vaniglia. Ho trasferito l'impasto dalla planetaria di nuovo al pentolino dove prima avevo riscaldato il latte e l'ho fatto bollire fino ad ottenere la consistenza desiderata.


Ho provato anche a fare la crema con un preparato che mi avevano regalato, ma quando l'ho assaggiata ho capito che non era all'altezza di quella fatta a mano!
per la glassa ho usato semplicemente una busta di zucchero a velo con un po' di albume che mi era avanzato dalla crema e un di succo di limone fino a raggiungere la consistenza desiderata.

martedì 20 aprile 2010

Lasagne agli asparagi

Sono di stagione non potevo non farci una lasagna! mi avevano detto di provarli con besciamella e prosciutto cotto, a questo punto mi è venuta in mente la Lasagna!

Lasagna per 6

1 confezione di sfoglia pronta per lasagne (di solito la faccio, ma stavolta avevo i tempi stretti e devo dire che mi sono trovata bene anche con quella comprata!)
1 fascetto di asparagi verdi
mezzo litro di besciamella
100g prosciutto cotto
parmigiano
1 mozzarella

Ho sbollentato gli asparagi e li ho tagliati a metà nel senso della lunghezza, ho composto gli strati nella teglia mettendo prima un po' di besciamella, poi la pasta, asparagi, mozzarella parmigiano prosciutto e così via, niente di più facile, ho terminato con uno strato di pasta e del parmigiano. L'ho cotta in forno per mezz'ora, fino ad ottenere la doratura della crosta.

domenica 18 aprile 2010

paninetti al latte

Tra poco sarà il compleanno di mio figlio, sto pensando alle cose da preparare, a come organizzare, nel frattempo sto facendo alcune prove, tra cui questi panini al latte che probabilmente farcirò con il classico prosciutto, oppure con la cioccolata!
Appena fatti erano fin troppo morbidi, si sono mantenuti morbidissimi anche il giorno dopo, questo vuol dire che posso prepararli in anticipo...

Ingredienti per 10 panini:

280 g farina 00 per pane
150-160 ml di latte fresco intero
35g burro morbido
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaino di sale
circa 10 g lievito di birra fresco

Ho sciolto il lievito in una parte di latte tiepido aggiungendo il cucchiaino di miele e ho lasciato riposare il tutto. Nel frattempo ho impastato la farina con il resto del latte , il burro e poi pian piano ho aggiunto il composto di lievito, infine il sale. Ho lasciato l'impasto lievitare per circa due ore, poi l'ho diviso in dieci palline e ognuna l'ho schiacciata e piegata su se stessa per far incorporare aria nell'impasto, poi ho ridato la forma di pallina e l'ho messa su placca da forno lasciandola lievitare finché ha quasi raddoppiato il suo volume, a questo punto ho messo i panini in forno a 200°C per una ventina di minuti.


lunedì 12 aprile 2010

tagliatelle funghi e piselli


Purtroppo le foto che faccio sono sempre scattate di sera, e non rendono molto perché cucino soprattutto a ora di cena, ma non riesco ad aspettare la mattina successiva per fare le foto, per cui ve le propino così, praticamente fatto cotto fotografato e mangiato!
Dopo un fine settimana trascorso all'aria aperta ad arrampicare con carissimi amici che non vedevo da tempo, avevamo bisogno di mangiare qualcosa di sostanzioso, anche perché stavo dando dei consigli ad una mia amica che aveva da preparare un pranzo per 15 persone e mi è venuta voglia di questa pasta che è facile e comoda perché si può preparare in anticipo e metterla in forno all'ultimo momento.

Ingredienti:
250g tagliatelle all'uovo
500ml besciamella
130g prosciutto cotto tagliato a dadini
100g piselli surgelati
funghi freschi a volontà
parmigiano grattugiato
prezzemolo

Ho fatto soffriggere i funghi tagliati a fettine con uno spicchio d'aglio e un po' di prezzemolo, ho tolto l'aglio e ho aggiunto i piselli ed il prosciutto, ho preparato a parte la besciamella e ho cotto le tagliatelle scolandole al dente. Ho buttato le tagliatelle nella teglia dei funghi e piselli aggiungendo la besciamella ed il parmigiano. Ho fatto gratinare il tutto in forno per una mezz'oretta.
E voi? Li fate questi pastrocchi dell'ultimo minuto?

giovedì 8 aprile 2010

tortino di riciclo


Questa è l'unica foto che ho, scattata anche di fretta, di questo tortino che ho fatto solo per riciclare un pezzo di carne con cui avevo fatto un bel brodo che mi serviva per un risotto. Mi erano avanzate anche delle zucchine saltate in padella con la cipolla, e avevo in frigo un rotolo di pastasfoglia che stava per scadere...

Ho srotolato la pastasfoglia in una teglietta tonda e l'ho riempita con le zucchine e cipolla che mi erano avanzate, la carne tagliata a pezzetti, due patate tagliate a fettine e cotte in padella insieme alla carota, un po' di latte e tre uova.
Devo dire che il risultato è stato molto buono, a mia madre è piaciuto tanto, farò altre prove variando gli ingredienti vedremo che ne viene fuori!

lunedì 5 aprile 2010

Il mio pranzo di Pasqua

Spero che abbiate passato una bellissima Pasqua, io l'ho passata in famiglia, ho fatto questo pranzettino con quello che avevo a disposizione, ma devo dire che è riuscito bene!


Avevo comprato del radicchio di campo al mercatino biologico della mia città, mi hanno assicurato che era stato appena raccolto, così l'ho saltato in padella e l'ho mischiato ad una ricottina fresca e un pò di parmigiano, e sono venuti fuori questi ravioli al radicchio di campo, conditi con sugo semplice giusti giusti per quattro!


Per secondo mi sono ispirata alla ricetta del libro di Fabio Picchi "I dieci comandamenti per non far peccato in cucina", così ho tentato di fare l'agnello in fricassea seguendo i suoi consigli. Il risultato è piaciuto a tutti, il suo libro è così piacevole che anche i miei genitori ne hanno comprato una copia per loro...

giovedì 1 aprile 2010

Pastiera a modo mio

Come ogni anno a Pasqua il dolce tipico è la pastiera, di solito me la regalano gli zii, i parenti, ma quest'anno ho deciso di farmele da sola, anche perché non sono amante dei canditi e odio l'aroma ai fiori d'arancio che tutti ci mettono dentro e fa sembrare questo dolce troppo "artificiale" a mio gusto.
Avevo due ricette da cui sono partita una di mia nonna paterna e una di mia nonna materna, ma alla fine ho e ho fatto la mia versione di questo dolce, e devo dire che il risultato è proprio quello che volevo!
Come da tradizione ne ho fatta qualcuna in più da regalare ad amici e conoscenti, le dosi sono per 6 pastiere, le teglie sono quelle tipiche di alluminio per pastiera con il bordo un po' svasato dal diametro di 24 cm.
Nella ricetta originale va messo lo strutto, ma io ho usato un burro di ottima qualità ed il risultato è stato comunque spettacolare.

Per la frolla:

1250g farina 00
500g burro morbido
4uova e 2 tuorli
500g zucchero

Ho impastato tutti gli ingredienti nell'impastatrice aggiungendo qualche cucchiaio di acqua fredda, fino ad ottenere un impasto che pulisse la ciotola e l'ho fatto riposare in frigo per un oretta. Ho imburrato e infarinato le teglie e ho steso la frolla ad uno spessore di circa 3mm.

Per il ripieno ricordo che mia nonna comprava il grano e con il pestello schiacciava i chicchi uno ad uno dandogli una piccola botta prima di metterli a cuocere, perchè diceva che non dovevano essere troppo schiacciati e non dovevano essere interi altrimenti la consistenza non era quella giusta, io invece ho comprato il grano già pronto in barattolo...

Per il ripieno:
due vasetti da 580g di grano già cotto
1 kg di ricotta
1kg di zucchero
15 tuorli
6 albumi
750 ml latte
buccia di due limoni
buccia di un arancio
semi di vaniglia

Ho fatto cuocere per 10 minuti il grano con 500ml di latte in un tegame aggiungendo i semi di una stecca di vaniglia, la buccia di due limoni e di un arancio grattugiate. A parte ho amalgamato la ricotta con il latte e i tuorli d'uovo, poi l'ho aggiunta al composto di latte e grano ed infine ho aggiunto gli albumi montati a neve. Ho riempito la pastafrolla con questo composto che risulta molto liquido, ho fatto poi della striscioline di pastafrolla e le ho messe sopra tipo crostata e le ho infornate per più di un ora a 180° facendole poi raffreddare in forno (fortuna che ho il forno ventilato da 90cm così sono entrate tutte e sei su tre piani!). Il giorno seguente le ho spolverizzate con lo zucchero a velo.