sabato 7 novembre 2009

Marron glacé


Mia nonna me li comprava sempre...e aveva anche la pazienza di sbucciare le castagne...lei faceva la marmellata, con le stesse proporzioni tra zucchero e castagne ho pensato ai marron glcè.
Non so se sono venuti come quelli originali, ma a me sono piaciuti!
Questo è un dolce che ricorda la mia infanzia, ci ho messo una settimana per farlo, ma devo dire che il risultato è stato eccellente, la prima volta che ho provato ho bruciato tutto, vista la fatica che ci vuole a sbucciare tutte le castagne ho deciso di riprovare con piccole quantità.
Gli ingredienti non saprei dirveli io ho usato una quindicina di castagne grandi, quelle di buona qualità, l'ho sbucciate facendo molta attenzione a non romperle e le ho messe a bollire a fuoco lento per circa mezz'ora, in modo da riuscire a staccare delicatamente la pellicina facendo attenzione a non romperli, a questo punto preparare uno sciroppo aggiungendo zucchero pari al peso delle castagne usate e la metà del peso in acqua, aggiungere una bustina di vanillina e far cuocere a fuoco basso per una mezz'ora (è importante che tutte le castagne siano completamente ricoperte dallo sciroppo), togliere dal fuoco e rifare la stessa operazione il giorno dopo e quello successivo,l'operazione è lunga e si romperanno molte castagne, ma alla fine otterrete i vostri splendidi marron glacè.
Con i resti dei marron glacè vi dirò cosa ci ho fatto, intanto con questa ricetta partecipo alla raccolta di Voglia di... : Come una volta...


Il procedimento è lungo non laborioso, ma è molto difficile sbucciare le castagne lasciandole intere, ci vuole pazienza molta pazienza...

2 commenti:

  1. Dato che sono una dei soli quattro privilegiati ad aver assaggiato questa delizia devo necessariamente esprimere il mio parere a riguardo: superbi!

    Cara Vale, il blog è B E L L I S S I M O ! ! !

    RispondiElimina
  2. Grazie stefy, sono contenta che siete venuti, la mia più grande gioia è potervi far mangiare qualcosa che ho fatto con amore!

    RispondiElimina

Sono contenta di fare la vostra conoscenza, per qualunque cosa vogliate dirmi, lasciate un commento, siete i benvenuti!